Ritorno sui Monti Naviganti

Ritorno sui Monti Naviganti

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
31/05/2018
21:30 - 23:00
Luogo
cinema caravaggio roma
Categorie
Cultura

 

Ritorno sui Monti naviganti
Regia di Alessandro Scillitani
con la partecipazione di Paolo Rumiz

Un viaggio quasi d’altri tempi che narra della bellezza di quell’Italia dei piccoli borghi, lungo la spina dorsale del paese, fatto di luoghi magici e persone vere che resistono e raccontano le loro storie. Un viaggio lento fatto su strade lontane da quella “velocità” che non permette di cogliere più nulla durante il percorso, un itinerario dove ci si ferma si cammina, si osserva e soprattutto si ascolta.
Saranno presenti alla serata il regista Alessandro Scillitani e lo scrittore-giornalista Paolo Rumiz (in video-collegamento)

Cinema Caravaggio
Via Giovanni Paisiello 24, Roma
Una serata proposta da FederTrek Cultura
prenotandosi entro Venerdì 25 Maggio attraverso internet.
Un film da non perdere …
… per chi ama le strade nascoste,
… per chi sa apprezzare il viaggiare “lento”,
… per chi vuole conoscere l’appennino,
un’occasione per vivere insieme le emozioni del “camminare”

Prenota il biglietto online su   http://www.movieday.it/event/event_details?event_id=1633

se raggiungiamo la soglia minima di partecipanti entro la data indicata la proiezione verrà confermata.
Fino a quel momento i biglietti sono acquistabili solo online sulla pagina evento Movieday.
Se la soglia è raggiunta, riceverai il tuo biglietto via mail e potrai partecipare all’evento!
Se la soglia non viene raggiunta, sarai rimborsato e per te non ci sarà alcun costo.
Chi riserva il biglietto su Movieday paga meno e aiuta a confermare l’evento.
Se non si dovesse raggiungere il prezzo del biglietto verrà automaticamente rimborsato
Per ulteriori informazioni
Francesco Senatore 3287413812
————————————————————–

Trama e descrizione
Nerina è il nome della Topolino del primo, mitico viaggio di Paolo Rumiz, compiuto nel 2006.
Si tratta di un viaggio nella pancia del paese, in quei luoghi che sono stati ritenuti marginali nell’epoca del boom economico e che ora, in tempi di crisi, cominciano ad essere riconsiderati come centrali per un recupero delle nostre identità.
Il racconto dunque, prendendo spunto dalle storie già raccolte dieci anni fa, si snoda lungo la penisola alla ricerca delle voci dei resistenti e di chi è tornato in Appennino, magari recuperando case lasciate vuote dai nonni che si erano trasferiti nelle città.
Con camera in spalla, a passo lento, affiancato dallo stesso Paolo Rumiz, da Marco Ciriello e da Elisa Brivio, Scillitani ha attraversato 1500 km in cerca di racconti.
Un racconto corale di resistenza e di energie positive, con il contrappunto della voce fuori campo di Paolo Rumiz.
Una ricerca delle piccole grandi vite di chi, anche e soprattutto in tempi di terremoti e post-terremoti, crisi economica e disoccupazione diffusa, con la semplicità, il contatto con la natura e con la terra, le idee e la voglia di immaginare e costruire un mondo diverso e migliore, rappresenta il motore sano della nostra penisola.
Torniamo a percorrere idealmente i luoghi dell’Italia minore, con passo lento, a velocità sostenibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *