1° INCONTRO NAZIONALE ACCOMPAGNATORI FEDERTREK – CAMMINIAMO INSIEME CON FEDERTREK

CAMMINIAMO INSIEME CON GLI ACCOMPAGNATORI FEDERTREK

Incontro Nazionale degli Accompagnatori FederTrek

16 – 17 marzo 2019 Maiori (Salerno)

Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi e impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta. Margaret Mead

Cari Accompagnatori Volontari,

come ricorderete nel corso dell’anno passato si sono tenuti tre incontri dedicati agli Accompagnatori Volontari di FederTrek in cui si sono attivati tre gruppi di lavoro: Rappresentanza, Partecipazione attiva, Comunicazione. Una delle proposte del gruppo di Partecipazione attiva è stato organizzare un’iniziativa per promuovere lo scambio di esperienze tra tutti gli accompagnatori. Un incontro che non fosse “a tavolino”, ma, come amiamo fare noi di FederTrek, in cammino.

E’ da questa intenzione che è nata la proposta a cui vi invitiamo per il 16 e 17 marzo: un week end in cammino tutti insieme nel Parco dei Monti Lattari a Maiori, in provincia di Salerno, sulla costiera Amalfitana, un patrimonio unico di bellezza naturale e culturale.

Chi può partecipare?

L’invito è rivolto agli accompagnatori volontari e a chi sta facendo il corso per diventarlo.

Cosa faremo?

Il programma prevede un’armonica combinazione di momenti di cammino e incontri tematici al chiuso. Il confronto e lo scambio di informazioni tra i partecipanti saranno realizzati in entrambi i momenti e anche in cammino saranno condotte delle presentazioni e delle discussioni che saranno guidate dal team organizzativo.
L’occasione sarà anche ideale per conoscere i nuovi Responsabili delle Commissioni attive in FederTrek, il nuovo Consiglio di Federtrek, il Collegio di Rappresentanza degli
Accompagnatori e per approfondire alcuni aspetti organizzativi e alcune linee progettuali
generali.

La partecipazione è valida ai fini dell’aggiornamento per la formazione come accompagnatori Federtrek.

Come collaborare all’iniziativa e proporre un tema di discussione?

I temi che animeranno i confronti saranno proposti direttamente dagli accompagnatori e dovranno essere ispirati dal MANIFESTO DEL CAMMINARE (vedi di seguito). Questo perché abbiamo sentito l’esigenza di creare un momento forte di condivisione dei valori e della missione alla base delle nostre attività come accompagnatori e soci di FederTrek.  Sarete voi a proporre gli interventi che gli organizzatori metteranno nel programma per condividere la progettualità che portate avanti declinandola sulla base delle indicazioni del “Manifesto del Camminare”. Questo, concretamente, significa che potete proporre i vostri interventi collegandoli alle seguenti possibili aree di discussione:

  1. Camminare per la promozione territoriale.
  2. Camminare come azione di pressione sociale e denuncia/critica costruttiv
  3. Cammini urbani.
  4. Cammino e benessere.
  5. Formazione, educazione ambientale, giovani, scuole.
  6. Camminare per accogliere, includere tutti, promuovere il dialogo tra le culture.

 

PROGRAMMA E PRENOTAZIONI

 


MANIFESTO DEL CAMMINARE
di FederTrek – Escursionismo e Ambiente

A cento anni dal culto della velocità, lanciato dal movimento futurista, abbiamo l’ambizione di ribaltare quei principi, ispiratori di un ventesimo secolo troppo nevrotico, puntando a una “civiltà del camminare”. Oggi l’escursionismo può svolgere un ruolo fondamentale in molti settori che hanno una connessione con le politiche di tutela e valorizzazione dei territori, nonché verso un miglioramento della qualità della nostra vita.

La crisi economica e sociale, insieme a quella ambientale, possono contribuire ad indirizzare le politiche nazionali e locali verso la sostenibilità. Ad oggi le strategie di sviluppo non colgono appieno questa opportunità, che richiede delle risposte efficaci a livello normativo e di pianificazione.

FederTrek ha l’obiettivo di mettere in rete tutte quelle realtà che promuovono il camminare come progetto vincente che abbia come punto di arrivo un più armonico sviluppo economico e una maggiore qualità della vita di ogni singolo individuo. Siamo convinti che promuovere il camminare significhi lavorare per una profonda e positiva trasformazione della società.

Considerare il camminare quale occasione e opportunità di crescita socio-economica, vuol dire fare una precisa scelta come uomini responsabili e coscienti, nei confronti delle future generazioni.

Nelle nostre metropoli sono in aumento le persone che vorrebbero muoversi con i mezzi pubblici e a piedi ma, molto spesso, non trovano città organizzate per favorire quella che è l’unica e vera mobilità sostenibile. I percorsi pedonali cittadini, rappresentano elementi integrati e assi portanti di un nuovo, più razionale e sostenibile concetto di mobilità urbana.

FederTrek vuole essere un movimento che, superando l’attuale frammentazione, si impegna affinché la cultura del camminare contribuisca sempre di più a determinare le decisioni a livello nazionale e regionale.

In Italia le realtà associative e professionali che ruotano attorno alla cultura del camminare si sono sviluppate qualitativamente e quantitativamente senza arrivare ad avere un’incisiva forza di pressione sociale propositiva.

Al fine di diffondere e realizzare questi valori, FederTrek si propone di attuare le seguenti strategie:

  • Promuovere campagne volte a far crescere nelle istituzioni la consapevolezza che è necessario dare al camminare un ruolo strategico nella promozione dei territori, per rimettere in moto economie che rivitalizzino intere comunità e territori altrimenti destinati all’abbandono;
  • impegnarsi in azioni di pressione sociale, nei confronti del governo e di tutti gli enti istituzionali, affinché nei programmi di pianificazione economica vengano destinate maggiori risorse per lo sviluppo della mobilità sostenibile basata sul camminare;
  • proporre a tutte le medie e grandi città italiane la realizzazione di percorsi pedonali, integrati con i servizi di trasporto pubblico, puntando alla realizzazione e alla promozione di nuovi progetti di mobilità cittadina, ispirati ai principi della sostenibilità ambientale, della valorizzazione del territorio e della qualità della vita del cittadino;
  • avanzare proposte legislative nazionali e regionali che diano spazi distinti al volontariato e alle professioni legate al turismo ambientale, in modo da sviluppare una sinergia tra i due ambiti oggi spesso in conflitto;
  • difendere il territorio italiano nel suo alto valore paesaggistico, facendosi portavoce di tutti gli escursionisti che ogni giorno osservano, e spesso denunciano i piccoli o grandi danni ambientali che incontrano lungo il loro cammino;
  • promuovere campagne regionali e nazionali sui benefici psico-fisici del camminare in collaborazione con le strutture sanitarie.