UN GIORNO PER L’APPIA

Torna la festa dell’Appia Day

di Ilaria Canali

Il 14 maggio 2017 tutti in festa per l’Appia Day, una manifestazione per la quale si prevede una mobilitazione di migliaia di persone e decine di associazioni nazionali e locali per riappropriarsi della Regina Viarum, il più suggestivo museo a cielo aperto del mondo.

 

L’Appia Day ha un dress code e una regola d’oro: chi partecipa deve indossare il sorriso migliore, quello di chi crede nella forza degli ideali , ma soprattutto chi vorrà esserci quel giorno sull’Appia potrà farlo solo a piedi o in bicicletta. Perchè per un giorno le macchine saranno tagliate fuori, bandite.

Dall’alba al tramonto del 14 maggio torna l’Appia Day con decine di associazioni che animeranno una festa straordinaria, organizzando iniziative no-stop per grandi e piccoli, per rilanciare il sogno di Antonio Cederna di un unico parco archeologico da Piazza Venezia ai Castelli Romani, insieme al GRAB, il Grande Raccordo Anulare delle Biciclette.

 

IL PROGRAMMA

Archeotour, ciclotour, storie itineranti, degustazioni, musica, trekking, giochi. E’ ricchissimo il programma  dell’Appia Day che è innanzitutto un richiamo alla bellezza. Lungo l’antico basolato romano i monumenti più importanti, come la Villa dei Quintili, il Sepolcro degli Scipioni, il Mausoleo di Cecilia Metella, saranno aperti gratuitamente per tutti. Per dare una idea del successo della proposta, nella passata edizione 50.000 persone hanno partecipato alla giornata.

Ma l’Appia Day è anche un segnale di allarme per denunciare il fatto che l’Appia Antica sia ancora in preda al traffico e non sia stata ripristinata quella continuità di un tracciato archeologico che dovrebbe essere un monumento lineare imperturbato, come già nel 1999 ci si proponeva per il sottopasso dell’Appia Antica.

FederTrek aderisce alla iniziativa dell’Appia Day sia sul piano della comunicazione che organizzando cammini e passeggiate archeologiche con cinque associazioni affiliate: Sentiero Verde, GEP, Monti Ruffi, Nereide e Inforidea.

La riscoperta dell’Appia da Roma a Brindisi”, dice Paolo Piacentini, Presidente della Federazione, “dopo il viaggio di Rumiz è diventato un progetto istituzionale tra MIBACT e Regioni e ha valore strategico per il rilancio del Sud. C’è quindi bisogno di grandi eventi come l’Appia Day che spingono verso una reale pedonalizzazione del tratto romano”.

Alberto Fiorillo, Responsabile Aree Urbane di Legambiente e mente e anima del coordinamento della manifestazione insieme al Touring Club Italiano, sottolinea “l’eccezionale attivazione delle persone che stanno rendendo possibile la manifestazione, al di là di ogni sigla ed etichetta, in uno spirito di collaborazione a zero budget che riesce a fare miracoli”.  Uno di questi miracoli è la diffusione dell’evento. “Quest’anno non ci sarà solo Roma”, racconta Alberto Fiorillo, “ma anche una rappresentanza di Sindaci di Comuni del percorso dell’Appia fino a Brindisi”.

Per vivere l’evento in modo pieno e innovativo, sarà attiva l’applicazione per smartphone VERBA una sorta di audio guida evoluta che offre in modo interattivo file audio con le storie dei monumenti, schede tecniche e musica.

*articolo apparso sulla Rivista Trekking & OUTDOORS di aprile/maggio 2017

APPIA DAY INFORMAZIONI UTILI

Sito Ufficiale: www.appiaday.it

Pagina Facebook : https://www.facebook.com/appiaday